Questioni filologiche: la critica testuale attraverso i secoli

Questioni filologiche: la critica testuale attraverso i secoli

Il termine "filologia" è di origine greca e nella sua accezione originaria significa propriamente 'amore per le parole' (da philos 'amico' e logos 'discorso', 'parola'); un amore che fino a oggi si è manifestato in varie forme: ecdotica, codicologia, filologia materiale, critica congetturale, esegesi testuale, esame delle fonti. Disciplina coinvolgente e affascinante, talvolta bistrattata, la filologia procede dal testo, lo esamina nella complessità dei suoi rapporti, nessi, allusioni, ne indaga la trasmissione attraverso la lettura e l'interpretazione, sforzandosi di dar voce ai suoi silenzi e di svelare ciò che vi è di nascosto, dimenticato, distorto. La filologia insegna il valore storico del dubbio, sollecita la conoscenza e il sapere, potenzia lo spirito critico. Una meditazione sul ruolo della filologia e sulla sua applicabilità rispetto a testi dal Medioevo al Novecento è quanto i curatori si propongono con questo volume.