Interpretazione dell'Odissea. Con un dialogo sul mito tra Adorno e Karl Kerényi

Interpretazione dell'Odissea. Con un dialogo sul mito tra Adorno e Karl Kerényi

di Theodor W. Adorno

In questo volume si pubblica per la prima volta in Italia un importante inedito adorniano. Si tratta della prima versione, poi tagliata in molte parti, del capitolo che nella "Dialettica dell'illuminismo" di Adorno e Horkheimer è dedicato a Ulisse, interpretato come archetipo dell'individuo borghese moderno. Adorno ritrova, nelle astuzie del temerario navigatore omerico, la figura originaria della razionalità occidentale che si mostra nella sua dialettica ambiguità: potenza demitizzante ed emancipativa, ma anche segreta complice del dominio. Completa il volume un'inedita conversazione radiofonica, registrata nel 1952, tra il filosofo francofortese e il grande studioso della mitologia classica Karl Kerényi.